Recensione Cold Eyes

In Cinema, Il Cinema della Corea del Sud, Recensioni brevi, Tomàs Avila by Tomas Avila

Condividi:
Share

Regia: Ui-seok Jo, Byung-seo Kim.
Soggetto: Kin-Yee Au, Ui-seok Jo, Nai-Hoi Yau.
Sceneggiatura: Kin-Yee Au, Ui-seok Jo, Nai-Hoi Yau.
Musiche: Yeong-gyu Jang.
Direttore della fotografia: Byung-seo Kim, Kyung-bo Yeo.
Produttore: Eugene Lee.
Anno: 2013.
Durata:119′.
Paese: Corea del Sud.
Interpreti e personaggi: Hyo-ju Han (Ha Yoon-joo), Kyung Jin (Department Head Lee), Woo-sung Jung (James), Dong-Hwi Lee (Haengmoosae), Jun-Ho Lee (Squirrel), Kyung-gu Sol (Chief Hwang), Simon Yam (suspect).

 

Una squadra di polizia dotata di mezzi tecnologici molto avanzati si mette alla ricerca di una banda criminale responsabile di una rapina (quasi) perfetta ad una banca. La protagonista è una nuova recluta delle squadra di polizia, molto capace ma ancora inesperta. Il vero antagonista si rivelerà essere l’organizzatore di queste rapine, uno spietato assassino che controlla tutto dall’alto.

Questa è, molto sinteticamente, la storia che ci raccontano i due registi del film. Una storia sicuramente non nuova, anzi un classico. Ciò nonostante il film risulta abbastanza soddisfacente proprio per l’abilità dei due. Il primo, Ui seok Jo[1], è al suo terzo lungometraggio ed è inoltre uno degli sceneggiatori di “Cold Eyes” che ricordo essere il remake di un film cinese.
Per il secondo, Byung-seo Kim[2], questa è la pellicola che segna il suo esordio alla regia. In precedenza era stato direttore della fotografia di “Castaway on the moon”[3], ruolo che ricopre anche in questo film, e operatore di camera in “The Host”[4] e “I saw the devil[5]. Questo non è un fatto indifferente, infatti l’aver lavorato con alcuni dei più famosi registi coreani contemporanei ha sicuramente contribuito a sviluppare la sua abilità.
“Cold Eyes”, anche se non è assolutamente ai livelli dei film citati, è un ottimo thriller d’azione capace di tenere testa ai rivali americani nonostante il budget di soli 4,5 milioni di dollari.

A differenza dei titoli già detti (a cui possiamo aggiungere anche “The Chaser”[6], “Memories of a murder”[7] e la trilogia della vendetta di Chan Wook Park[8]) questo si presenta come un prodotto di puro intrattenimento, senza alcuna pretesa di andare oltre. In ciò riesce decisamente bene: le scene di azione sono girate con grande stile, su tutte un combattimento girato in piano sequenza (un po’ come in “Old Boy”) veramente Cold Eyesspettacolare. L’unico difetto da questo punto di vista è forse un uso un po’ eccessivo delle riprese mosse in certe scene d’azione.

I personaggi sono caratterizzati discretamente e su tutti il più interessante risulta l’antagonista, del quale mi sarebbe piaciuto vedere più approfondito il rapporto con il suo mentore.
Il ritmo del film è buono per quasi tutto il film ma crolla nel finale.
È proprio il finale il difetto maggiore di “Cold Eyes”. Dopo aver creato un’aura di mistero intorno all’antagonista, dispiace vedere che la storia si risolva in modo un po’ troppo frettoloso e approssimativo. Peccato perché vista tutta la parte precedente, un finale più intenso avrebbe reso il film una piccola perla.

Un altro difetto è la colonna sonora che a volte convince e a volte sembra poco ispirata.
Uno dei pregi maggiori invece è la rappresentazione della metropoli sudcoreana. I registi si ispirano sicuramente ai film di Michael Mann[9] da questo punto di vista. Specialmente le scene ambientate di notte Cold Eyesconvincono. I personaggi si muovono tra strade e vicoli della città illuminata dalle scritte dei cartelli al neon.

In conclusione un ottimo prodotto d’intrattenimento che, nonostante i suoi difetti, svolge bene il suo dovere senza pretendere di andare oltre. L’ennesima conferma che il cinema coreano, sia di questo livello sia autoriale, ha molto da offrire.
Ottimi gli incassi, superiori ai 30 milioni di dollari. Il film è arrivato anche da noi in Italia.

 

 

 

Scritto da: Tomàs Avila.

 

Note:

[1] Link IMDB del regista: http://www.imdb.com/name/nm1181534/?ref_=fn_al_nm_1 .

[2] Link IMDB del regista: http://www.imdb.com/name/nm2303963/?ref_=fn_al_nm_1 .

[3] Link IMDB del film: http://www.imdb.com/title/tt1499666/?ref_=nm_knf_i1 .

[4] Link IMDB del film: http://www.imdb.com/title/tt0468492/?ref_=fn_al_tt_2 .

[5] Link IMDB del film: http://www.imdb.com/title/tt1588170/?ref_=nv_sr_1 .

[6] Link IMDB del film: http://www.imdb.com/title/tt1190539/?ref_=nv_sr_1 .

[7] Link IMDB del film: http://www.imdb.com/title/tt0353969/?ref_=nv_sr_1 .

[8] Link IMDB del regista: http://www.imdb.com/name/nm0661791/?ref_=fn_al_nm_1 .

[9] Link IMDB del regista: http://www.imdb.com/name/nm0000520/?ref_=fn_al_nm_1 .